Commit 734ec3b7 authored by Paolo Dongilli's avatar Paolo Dongilli

Modified link to iso file repository

parent 23650b00
......@@ -21,7 +21,7 @@ Un server FUSS deve avere almeno 2 interfacce di rete. La prima serve per la con
Installazione di FUSS server
=============================
Nell'ipotesi che si voglia installare FUSS Server su di una macchina fisica, come prima cosa è necessario scaricare l'ultima versione dell'immagine ISO di FUSS Server. Ad oggi (giugno 2018) l'ultima versione stabile è `fuss-server-8.0-amd64-201708221233.iso <http://iso2.fuss.bz.it/fuss8/server/fuss-server-8.0-amd64-201708221233.iso>`_ ed è possibile reperirla da `<http://iso2.fuss.bz.it/fuss8/server>`_.
Nell'ipotesi che si voglia installare FUSS Server su di una macchina fisica, come prima cosa è necessario scaricare l'ultima versione dell'immagine ISO di FUSS Server. Ad oggi (giugno 2018) l'ultima versione stabile è `fuss-server-8.0-amd64-201708221233.iso <http://iso.fuss.bz.it/fuss8/server/fuss-server-8.0-amd64-201708221233.iso>`_ ed è possibile reperirla da `<http://iso.fuss.bz.it/fuss8/server>`_.
E` necessaria una chiavetta USB della capacità minima di 1 GB sulla quale va copiata l'immagine ISO scaricata. In GNU/Linux si può usare il comando ``dd``. Dopo aver inserito la chiavetta nel PC ove è disponibile l'immagine, verificare con il comando ``lsscsi`` quale device è stato assegnato alla chiavetta. Nell'esempio usiamo ``/dev/sdX`` dove X può essere una delle lettere ``a``, ``b``, ``c`` ecc.
Come root, dare il comando:
......@@ -92,10 +92,10 @@ Si passa ora all'installazione del primo client.
Preparazione chiavetta USB
--------------------------
Come prima cosa è necessario scaricare l'ultima versione dell'immagine ISO di FUSS Client. Ad oggi (agosto 2018) l'ultima versione stabile è la 9.5.1 ed è possibile reperirla da `<http://iso2.fuss.bz.it/fuss9/client>`_ per architetture i386 o amd64:
Come prima cosa è necessario scaricare l'ultima versione dell'immagine ISO di FUSS Client. Ad oggi (agosto 2018) l'ultima versione stabile è la 9.5.1 ed è possibile reperirla da `<http://iso.fuss.bz.it/fuss9/client>`_ per architetture i386 o amd64:
- amd64: `fuss-client-9.5.1-amd64-xfce.iso <http://iso2.fuss.bz.it/fuss9/client/fuss-client-9.5.1-amd64-xfce.iso>`_
- i386: `fuss-client-9.5.1-i386-xfce.iso <http://iso2.fuss.bz.it/fuss9/client/fuss-client-9.5.1-i386-xfce.iso>`_
- amd64: `fuss-client-9.5.1-amd64-xfce.iso <http://iso.fuss.bz.it/fuss9/client/fuss-client-9.5.1-amd64-xfce.iso>`_
- i386: `fuss-client-9.5.1-i386-xfce.iso <http://iso.fuss.bz.it/fuss9/client/fuss-client-9.5.1-i386-xfce.iso>`_
E` necessaria una chiavetta USB con taglia minima di 8 GB sulla quale va copiata l'immagine ISO scaricata. Come detto anche sopra, in GNU/Linux si può usare il comando ``dd``. Dopo aver inserito la chiavetta nel PC ove è disponibile l'immagine, verificare con il comando ``lsscsi`` quale device è stato assegnato alla chiavetta. Nell'esempio usiamo ``/dev/sdX`` dove X può essere una delle lettere ``a``, ``b``, ``c`` ecc.
Nel'ipotesi che la ISO scaricata si per architettura amd64, come root, dare il comando
......
Markdown is supported
0% or
You are about to add 0 people to the discussion. Proceed with caution.
Finish editing this message first!
Please register or to comment